The Ascent Review – E se Cyberpunk 2077 e Diablo avessero avuto un bambino?

Per caso sei abbonato a Xbox Game Pass? In caso contrario, ti suggerisco di diventarlo rapidamente. Un’avventura cyberpunk come nessun’altra aspetta te e tre dei tuoi amici in The Ascent. Assicurati solo che sappiano sparare.

Come tutti voi saprete perfettamente, luglio è un mese solitamente evitato dai principali editori quando scelgono le date di uscita per i loro giochi. E lo apprezzo, poiché rende l’estate la stagione delle gemme indie, permettendo loro di brillare di più. Tuttavia, The Ascent è una gemma così meravigliosa che potrebbe attirare l’attenzione di tutti anche a ottobre o novembre, tra le uscite più calde dell’anno. Basta guardarlo. Non pensi davvero che quel gioco con una grafica così sorprendente possa passare inosservato, vero?

Cyberpunk in una galassia molto, molto lontana

"The

Ci sono sorprese e dettagli raffinati dietro ogni angolo in The Ascent. PROFESSIONISTI:

  1. immagini meravigliose;
  2. lo scatto è molto soddisfacente;
  3. i livelli sono sorprendenti, dettagliati e diversificati;
  4. densa atmosfera del mondo cyberpunk;
  5. ottima colonna sonora;
  6. tradizione ricca e interessante.

CONTRO:

  1. raccogliere bottino e salire di livello dovrebbe essere molto più coinvolgente;
  2. la navigazione in giro per il mondo a volte ti dà il mal di testa;
  3. livello di difficoltà sbilanciato e immutabile;
  4. ci sono alcuni bug e altri inconvenienti tecnici.

Per fortuna, la grafica non è tutto ciò che The Ascent ha da offrire. È altrettanto affascinante dal punto di vista del gameplay. Onestamente, non riesco a capire come uno studio così piccolo (Neon Giant è composto solo da una dozzina di persone) sia stato in grado di creare un gioco così vasto e impiegare solo tre anni a farlo. Tutti quegli ambienti incredibilmente dettagliati e diversificati, una ricca tradizione, un gameplay raffinato… È vero, Neon Giant è un gruppo di sviluppatori esperti, ma sono comunque sbalordito.

Sai, questi ragazzi sono riusciti a creare un mondo cyberpunk quasi più credibile di Night City di CDP Red. Quasi. Ci sono civili che reagiscono adeguatamente quando inizi a terrorizzarli, ad es. scappano per salvarsi la vita e non si fermano mai, folle viventi per le strade, gente che parla e persino una metropolitana funzionante (prendila, CD Projekt!). Camminare per le strade del pianeta Veles, “ascoltare” conversazioni bizzarre di NPC bizzarri (di solito non sono doppiati) e fissare i dettagli di questo mondo a volte è persino più gioioso che correre e sparare. E quest’ultimo è molto gioioso.

Leggi anche  Demon's Souls è difficile, ma i giocatori sono peggio

Prima le riprese, poi il gioco di ruolo

"The

Il gioco non utilizza sempre la vista isometrica. Neon Giant si diverte ad armeggiare con la fotocamera.

Potresti chiederti quanto sia paragonabile The Ascent to Diablo. L’action-RPG di Blizzard è stato per alcuni aspetti una ovvia fonte di ispirazione per Neon Giant, ma questi due giochi sono piuttosto diversi in generale. L’Ascesa non ha classi di personaggi, alberi delle abilità e livelli o oggetti generati casualmente. Oh, ed è focalizzato esclusivamente sul tiro, senza alcun mezzo di combattimento corpo a corpo. Tuttavia, coinvolge alcuni elementi di gioco di ruolo, come personalizzare l’aspetto del tuo personaggio, salire di livello, cambiare equipaggiamento e migliorare le statistiche. Niente di troppo profondo (purtroppo) ma c’è.

"The

Saltare in un “mech tascabile” ti fa sentire immensamente potente.

Dovremmo parlare di sparare allora. Bene, è geniale. Puoi sentire ogni proiettile mentre i tuoi nemici perdono gli arti in sanguinose esplosioni e l’ambiente si frantuma. È necessario un po’ di pensiero tattico, poiché non durerai a lungo sul campo di battaglia se non usi la copertura. Tuttavia, non puoi abbassarti troppo a lungo, perché granate e grugniti con armi da mischia ti costringeranno rapidamente a cambiare posizione. Potresti provare a schivare i proiettili, ma temo che non sarà sufficiente quando sei circondato da molti nemici (come di solito sei). Oh, e prendi nota se stai mirando in alto o in basso; il primo ti fa muovere più lentamente ma ti permette di mettere a segno colpi alla testa più frequentemente e di colpire nemici più grandi sopra le teste di carne da cannone più piccola. Sì, ci sono alcune sfumature divertenti.

Fortunatamente, le pistole non sono gli unici strumenti che puoi usare in combattimento. Ci sono anche gadget tattici e miglioramenti cibernetici che ti consentono, ad esempio, di rallentare i proiettili intorno a te, evocare robot ragno esplosivi o saltare in un “mech tascabile”. acquisire dagli alberi delle abilità nei tradizionali giochi di ruolo d’azione e ti danno possibilità non solo efficaci ma anche spettacolari.Tuttavia, potremmo usare descrizioni più precise della loro funzionalità e più diversità negli oggetti.

Leggi anche  Xenoblade Chronicles: Recensione dell'edizione definitiva – Avventura epica, buon remaster!

Campo per miglioramenti

"The

La notevole musica elettronica è un altro fattore importante per rendere il combattimento così esilarante.

"The

Le cut-scene sono alla pari anche con alcuni giochi AAA.

Anche le armi e le armature potrebbero usare più varietà. Mi piacerebbe che avessero statistiche generate casualmente, in modo da non ritrovare la stessa pistola o giacca ancora e ancora. Inoltre, non ci sono oggetti unici o epici che ti concederebbero degli effetti speciali. I pezzi di equipaggiamento più rari infliggono più danni o ti danno una protezione migliore con maggiori bonus ad alcune statistiche di base, e il gioco è fatto. Pertanto, aprire le casse e raccogliere il bottino non è troppo eccitante. Lo stesso vale per salire di livello; ti dà solo punti abilità da dividere tra otto noiose statistiche, ad es. punti salute, riduzione del rinculo o possibilità di colpo critico.

A proposito di noia, attraversare il mondo a volte è un lavoro ingrato. L’Ascesa comporta una grande quantità di backtracking, quindi passerai molto tempo a visitare alcuni luoghi ancora e ancora a causa delle limitate opzioni di viaggio veloce e della vastità dei livelli. Sono bellissimi, sì, ma questo non aiuta quando devi andare allo stesso ascensore e uccidere gli stessi nemici per la decima volta poiché né la metropolitana né il taxi collegano i diversi piani dell’arcologia (è il nome dell’enorme città dove avviene la salita). Inoltre, la navigazione in alcune aree si rivela problematica perché la mappa è mal progettata.

"The

Essendo un gioco cyberpunk, The Ascent ha l’hacking obbligatorio. Tuttavia, non c’è alcun minigioco ad esso collegato.

Il backtracking può diventare più fastidioso se non sei un giocatore esperto e muori regolarmente. La ripetizione dei combattimenti spesso richiede di coprire una certa distanza (e saltare una scena d’intermezzo), poiché i checkpoint tendono a essere posizionati in punti strani. Sfortunatamente, il livello di difficoltà non può essere abbassato né aumentato (se ti consideri un giocatore hardcore). Tutto quello che puoi fare per superare gli ostacoli è chiedere aiuto ad alcuni amici e invitarli a giocare con te in modalità cooperativa (locale o online).

Ho trovato alcuni combattimenti frustranti (soprattutto nella seconda metà del gioco, dove gli sviluppatori sembravano aver esaurito il budget per implementare nuove sfide creative e invece hanno messo sciami travolgenti di nemici minori tra te e l’obiettivo), ma sono stato profumatamente ricompensato dopo ogni ostacolo superato. No, non si tratta di un equipaggiamento brillante o di un tono di punti esperienza. In realtà, la possibilità di visitare un altro posto meraviglioso su Veles e di rivelare un altro pezzo della ricca tradizione era tutto ciò di cui avevo bisogno per tenermi impegnato. E questo anche se la storia in sé, riguardante una misteriosa caduta dell’omonima Ascent Group corp., non era molto accattivante (ad eccezione di alcuni dialoghi e cut-scene; quest’ultimo si è rivelato sorprendentemente ben animato per uno studio indipendente ).

Leggi anche  Recensione Ghost of Tsushima - L'ultimo vento di PlayStation 4

Un altro gioiello per Xbox Game Pass

"The

Nonostante la grafica sbalorditiva, The Ascent ha requisiti di sistema ragionevoli. La mia GeForce RTX 2080 ha funzionato a ca. 100 FPS su impostazioni ultra per la maggior parte del tempo.

"The

Ritardare la riproduzione di The Ascent potrebbe anche dare agli sviluppatori il tempo di eliminare alcuni bug nel gioco, ad es. AI e V-sync malfunzionanti.

È tempo di rispondere all’ultima domanda: vale la pena fare The Ascent? Si assolutamente. Dovrebbe darti almeno 10-15 ore di divertimento alla moda, soprattutto se prendi degli amici e giochi in cooperativa. Potresti pensare che non sia la lunghezza adeguata per un gioco di ruolo d’azione, ma considerando il prezzo ($ 35), il fatto che puoi giocarci tramite Xbox Game Pass dal primo giorno e la sana dose di adrenalina che ti aspetta qui, credo che sia più di abbastanza.

Tuttavia, se non senti un disperato bisogno di affondare i denti in un nuovo gioco, potrebbe essere saggio aspettare ancora un po’ prima di iniziare The Ascent. Sono certo che gli sviluppatori supporteranno questo titolo per molti mesi a venire, affrontando i suoi problemi più urgenti, ad esempio livelli di difficoltà rigidi, viaggi rapidi mal implementati o mancanza di endgame (inclusa profondità insufficiente di elementi). Prima della fine del quarto, il gioco potrebbe essere aggiornato abbastanza da meritare un punteggio come 8,5 e, a lungo termine, posso immaginarlo salire ancora più in alto. Ma resisti a queste grafiche?

Sebastian schneider
Sebastian schneiderhttps://midian-games.com
eSportler Dies ist kein Beruf, es ist ein Lebensstil, eine Möglichkeit, Geld zu verdienen und gleichzeitig ein Hobby. Für Sebastian gibt es auf der Seite einen eigenen Bereich - "Neuigkeiten", wo er unseren Lesern über die jüngsten Ereignisse berichtet. Der Typ widmete sich dem Gaming-Leben und lernte, die wichtigsten und interessantesten Dinge für einen Blog hervorzuheben.

I migliori 2020 giochi per oltre 100 ore

Con questi giochi, anche se il prezzo di rilascio è alto, non è terribile, perché durerà per molte settimane o anche mesi. Presentiamo i...

Come fare un gioco perfetto? Recensione di Ori and the Will of the Wisps

Ori and the Blind Forest era un gioco eccezionale. I suoi creatori probabilmente ne erano consapevoli e sapevano che affinché il sequel corrisponda...

Mechwarrior 5 può essere un brivido – se non hai mai giocato ai giochi

La serie Mechwarrior torna dopo anni con un numero che suggerisce un gioco che sfrutta anni di sviluppo e iterazioni di puntate precedenti....

Revisione delle tattiche di Gears – Strategia tattica per i manichini

La serie Gears of War ha appena ricevuto una nuova voce, ma questa volta non premiamo il grilletto: diciamo agli altri quando farlo...

Sniper: Ghost Warrior Contracts Review – Sniper incontra Hitman

Sniper: Ghost Warrior Contracts è fondamentalmente Hitman con un fucile da cecchino invece di un travestimento. E in generale, questa combinazione funziona abbastanza...